Lo so che non ci potete credere.
Bruzzi e'  il Mahatma supremo, il papà di tutti noi personalhomepagisti e' colui che, con un solo gesto, può elevarti fino al Cielo o gettarti nell'abisso. E' colui che ha inventato Alessia, rivitalizzato il FIGA, creato il sito di Federica.
E' il Maestro supremo dello Sgurz
Bruzzi.com e' come una gigantesca piovra che allunga i suoi possenti tentacoli su tutto il web, succhiandone la linfa vitale e ripompandola verso le zone più utili e meritevoli.
Insomma, io con Bruzzi ci parlavo solo ogni tanto in ICQ, e mi vergognavo pure di disturbarlo per le mie piccole cose.
Finché un giorno mi e' stato chiesto di passare.....

...una sera a casa di Bruzzi

Lo so, non e' una cosa di cui si possa parlare così, con leggerezza, un invito a casa Bruzzi e' un pò come una convocazione dal Papa, con la differenza che il Papa ormai lo abbiamo visto un milione di volte, mentre Bruzzi e' una specie di entità astratta e incorporea.
Insomma, per farla breve, uno dei Sacerdoti dello Sgurz mi rivelò un giorno che ormai avevo superato le prove di iniziazione, e che ero perciò ammesso alla presenza del Maestro.
L'indirizzo di casa Bruzzi e' un segreto che può essere rivelato solo agli iniziati di terzo livello, quindi mi e' stato chiesto di limitarmi a prepararmi ed aspettare con pazienza.
Credevo che il Maestro avesse inviato, chessò, una macchina o un elicottero per prelevarmi, invece, con mia sorpresa, non appena terminato il rituale di vestizione, un lampo di luce bianca mi abbagliò, e mi ritrovai nel salotto di casa Bruzzi.
"Stolto, non sai dunque che il mio regno non e' di questo mondo?" mi apostrofò il Bruzzi, sorridendomi benevolmente. "So che avrei potuto creare una macchina per darti l'impressione di venire a me tramite un veicolo reale, ma ormai sei abbastanza grande per poter fare a meno di questi sotterfugi".
D'istinto, mi gettai in ginocchio e chiesi se potevo avere l'ardire di baciargli i piedi. Il Maestro, nella sua infinita bontà, acconsentì.
Ecco un breve resoconto di quella sera :

 

Il Maestro e la MargheritaEcco la casa del Mahatma, con il Mahatma stesso che sorride benevolmente, emanando intorno a sé una luce celestiale.  Da notare le margherite ICQ-style che riempiono ogni angolo della casa. 
La piantina in primo piano e' un bonsai di 56.000 anni, affidato alle amorevoli cure del Maestro.  Il vino e' un Veuve Cliqot del 3145 (Bruzzi ci assicura che sarà una grande annata per gli champagne, e noi gli crediamo).

 

Per mezzo di lui tutte le cose sono state createQuesto è lo strumento grazie al quale la Creazione ha avuto luogo e mediante il quale il Maestro continua ad irradiare tutta la sua sapienza. 
Come sfondo del desktop possiamo ammirare una personale interpretazione di Bruzzi sul tema "L'origine della vita".
La tastiera, di una bellezza indescrivibile, è praticamente inutilizzata, in quanto il Mahatma crea direttamente con il pensiero. 

 

Il creatore, come non lo avete mai visto primaEcco il Maestro, nella forma umana che ha scelto per rivelarsi ai miei occhi. 
Sul suo volto possiamo ancora vedere i segni delle ferite riportate durante la guerra contro i Grandi Antichi (altrimenti detti i matusa). 
Tutto ciò è riportato fedelmente nel libro "Chtulhu contro Supergiovane" (Edizioni Bruzzi) 

Come potete notare, a casa Bruzzi non ci sono finestre (windows), per svariati motivi. Il più ovvio e' che gli eventuali ospiti del Mahatma non potrebbero sopportare la vista del non-luogo luogo all'interno del quale essa e' situata, senza perdere la ragione.

Vai anche tu da Bruzzi !

UPDATE 2005

Il Maestro ha deciso che era per lui tempo di diffondere la sua conoscenza in altre dimensioni dell'esistente.
Per questa ragione il sito www.bruzzi.com è in stato di morte apparente ed attende il ritorno del suo padrone.


Torna alla home page