Londra

Ebbene si, dopo Madrid e Parigi, tocca alla capitale inglese l'indubbio onore di essere visitata del Maranza.
Approfittando del Ponte della Madonna (non nel senso di "ponte di dimensioni considerevoli", ma piuttosto di "serie di giorni festivi consecutivi alla festività dell'8 Dicembre"), della gentile ospitalità di Noanda e di Anna, delle strepitose offerte della Go arlines e di un improvviso rigonfiamento del mio conto in banca,  ho preso l'aereoplanino e sono volato in Inghilterra.

Londra è una città strana.
Sembra un paese enorme, più che una megalopoli.
Una distesa ininterrotta di villette col giardinetto, tanti parchi, tanto verde.
Roba che neanche Cernusco sul Naviglio....

Poi ci sono delle cose che mi hanno davvero stupito, di Londra.

Ad esempio il fatto che ci sia un sacco di gente con la faccia da inglese.
Avete presente la faccia da inglese, no ? Viso magro e  quadrato, sguardo ebete e baffoni.
La faccia da poliziotto inglese scemo, per intenderci.
Ecco, io non ho mai visto tante facce da poliziotto inglese scemo quante ne ho viste a Londra.
Incredibile, vero?

E poi i punk.
Londra è famosa per i suoi punk, ci sono anche le cartoline coi punk con la cresta che fanno i gestacci.
Però mi sa che con le royalties sulle cartoline si sono arricchiti tutti, perché non se ne vede in giro uno neanche a pagarlo.
Neanche in metropolitana, o nei postacci più terribili.
Puf ! Scomparsi.

Il tower bridge di LondraSi parlava di ponti, all'inizio di questo articolo.
I  ponti sono una delle caratteristiche più interessanti di Londra.

Il Millennium Bridge: costato centinaia di miliardi e chiuso il giorno steso dell'inaugurazione perché traballava (ci stanno ancora lavorando su, li ho visti coi miei occhietti)

Il Tower Bridge: simbolo di Londra.
Sta su da più di un secolo e non fa neanche una piega.
Quelli del Millennium Bridge, invidiosi, hanno cercato di smontarlo e di portarselo via, ma sono stati bloccati in tempo. Sono riusciti a rubare solo una delle due torri, che adesso è in fase di ricostruzione (vedi foto).

clicca per ingrandire il piselloMa non vogliamo parlare dei teatri?
A Londra è strapieno di teatri.
La metropolitana è tappezzata di manifesti pubblicitari di spettacoli teatrali.
Questo significa forse che londinesi siano dei raffinati esteti e che snobbino le forme "basse" di svago?
Certo che no, basti dare una veloce occhiata al manifesto qui a fianco per rendersi conto di come "teatro" non sia necessariamente sinonimo di "spettacolo ad elevato tasso culturale" (per il non anglofoni traduco il tabellone: "due uomini, due piselli, niente mutande - la burattinata del pene - l'antica arte australiana dell'origami genitale")

Insomma, Londra è davvero un posto strano.
pensate che sono andato in un piccolo hard discount (Harrod's) e c'era il mausoleo di Dodi e Diana, con la fontanella e i fiori.
Molto commovente.

Concludendo: Londra è carissima, si mangia da schifo, e le ragazze sono di una bruttezza incomparabile.
Ecco perché dopo soli 5 giorni sono tornato a vivere a Olgiate Olona

Torna alla home page